I libri più popolari di Fantascienza


Io sono leggenda
di Richard Matheson e Simona Fefè

Io sono leggenda

Robert Neville torna a casa dopo una giornata di duro lavoro. Cucina, pulisce, ascolta un disco, si siede in poltrona e legge un libro. Eppure la sua non è una vita normale. Soprattutto dopo il tramonto. Perché Neville è l’ultimo uomo sulla Terra. L’ultimo umano sopravvissuto, in un mondo completamente popolato da vampiri. Nella solitudine che lo circonda, Robert esegue la sua missione, studia il fenomeno e le superstizioni che lo circondano, cerca nuove strade per lo sterminio delle creature delle tenebre. Durante la notte se ne sta rintanato nella sua roccaforte, assediato dai morti viventi avidi del suo sangue. Ma con il sorgere del sole è lui a dominare un gioco crudele e di meccanica ferocia, scandito dalle luci e dalle ombre di un tempo sempre uguale a sé stesso che impone la ripetizione di un rituale sanguinario. In questo mondo, Neville, con la sua unicità, si è già trasformato in leggenda.



Maze Runner – Il labirinto
di James Dashner e Annalisa Di Liddo

Maze Runner - Il labirinto (Fanucci Narrativa)

Quando Thomas si risveglia, le porte dell’ascensore in cui si trova si aprono su un mondo che non conosce. Non ricorda come ci sia arrivato, né alcun particolare del suo passato, a eccezione del proprio nome. Con lui ci sono altri ragazzi, tutti nelle sue stesse condizioni, che gli danno il benvenuto nella Radura, un ampio spazio delimitato da invalicabili mura. L’unica certezza dei ragazzi è che ogni mattina le porte di pietra del gigantesco Labirinto che li circonda vengono aperte, per poi richiudersi di notte. Ben presto il gruppo elabora l’organizzazione di una società in cui vigono rigorose regole per mantenere l’ordine, e ogni trenta giorni qualcuno si aggiunge a loro dopo essersi risvegliato nell’ascensore. Il mistero si infittisce quando – senza che nessuno se lo aspettasse – arriva una ragazza che porta con sé un messaggio che non lascia alternative se non la fuga. Ma il Labirinto sembra essere inespugnabile… e potrebbe rivelarsi una trappola mortale.




Ubik
di Philip K. Dick e Carlo Pagetti

Ubik (Fanucci Narrativa)

Glen Runciter comunica con la moglie defunta per avere i suoi consigli dall’aldilà. Joe Chip scompare dal mondo del 1992 e si ritrova nell’America degli anni Trenta. Una trappola mortale ha annientato i migliori precognitivi del sistema solare. È in corso una lotta per scrutare il futuro, in un’impossibile dissoluzione del presente; mondi e tempi diversi fluiscono contemporaneamente, la vita si scambia con la morte. In “Ubik” Philip K. Dick affronta alcuni dei suoi temi più profondi: l’illusione che chiamiamo realtà, la mancanza di un tessuto connettivo e di un principio unificatore al di sotto dell’apparenza delle cose, il mistero di un Dio che tiene i dadi della vita e della morte. Scritto nel 1966 e pubblicato nel 1969, “Ubik” è una delle opere più sconcertanti e riuscite di Philip K. Dick. Per il suo dirompente surrealismo, per l’ironia e la passione con cui analizza la società umana, “Ubik” è un classico di quella letteratura che si spinge a esplorare i paradossi dell’esistenza con le armi della visione e della fantasia, di uno sguardo anarchico, insaziabile e curioso.



I lettori di pensieri (Le dimensioni della mente Vol. 1)
di Dima Zales e Anna Zaires

I lettori di pensieri (Le dimensioni della mente Vol. 1)

Tutti pensano che io sia un genio.

Si sbagliano.

Certo, mi sono laureato ad Harvard a diciotto anni e ora guadagno cifre folli con delle speculazioni finanziarie, ma questo non dipende dal fatto che io sia incredibilmente intelligente o un gran lavoratore.

È perché baro.

Vedete, ho un’abilità unica. Posso uscire dal tempo, entrare nella mia personale versione della realtà, il luogo che io chiamo “la Quiete”, dove posso esplorare ciò che mi circonda mentre il resto del mondo rimane immobile.

Pensavo di essere l’unico a poterlo fare, almeno fino a quando non ho incontrato lei.

Il mio nome è Darren e questa è la storia di come ho capito di essere un Lettore.



Il trono di spade: 1
di George R. R. Martin e S. Altieri

Il trono di spade. Libro primo delle Cronache del ghiaccio e del fuoco: 1

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul trono di spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L’ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all’ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all’estremo Nord, la Barriera – una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei – sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli? La fine della lunga estate è vicina, l’inverno sta arrivando: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre. Intrighi e rivalità, guerre è omicidi, amori e tradimenti, si intrecciano nel primo volume della saga delle “Cronache del ghiaccio e del fuoco”.



Metro 2033
di Dmitry Glukhovsky

Metro 2033

L’anno è il 2033. Il mondo è ridotto ad un cumulo di macerie. L’umanità è vicina all’estinzione. Le città mezze distrutte sono diventate inagibili a causa delle radiazioni. Al di fuori dei loro confini, si dice, solo deserti e foreste bruciate. I sopravvissuti ancora narrano la passata grandezza dell’umanità. Ma gli ultimi barlumi della civiltà fanno già parte di una memoria lontana, a cavallo tra realtà e mito. L’uomo è stato sostituito da altre forme di vita, mutate dalle radiazioni e più idonee a vivere nella nuova arida terra. Il tempo dell’uomo è finito. Poche migliaia di esseri umani sopravvivono ignorando il destino degli altri. Vivono nella metropolitana di Mosca, la più grande del mondo. È l’ultimo rifugio dell’umanità. Le stazioni sono diventate dei piccoli stati, la gente riunita sotto idee, religioni, filtri dell’acqua o semplicemente per difendersi. È un mondo senza domani, senza spazio per sogni, piani e speranze. I sentimenti hanno lasciato spazio all’istinto di sopravvivenza, ad ogni costo. VDNKh è la stazione più a nord, una volta la più bella e più grande. Oggi la più sicura. Ma oggi una nuova minaccia si affaccia all’orizzonte. Artyom, un giovane abitante di VDNKh, è il prescelto per addentrarsi nel cuore della metro, fino alla leggendaria Polis, per avvisare tutti dell’imminente pericolo e ottenere aiuto. È lui ad avere le chiavi del futuro nelle sue mani, dell’intera metro e probabilmente dell’intera umanità.



Deserto rosso (Aurora Vol. 1)
di Rita Carla Francesca Monticelli

Deserto rosso (Aurora Vol. 1)

Sono passati trent’anni dalla missione di esplorazione di Marte Hera, il cui equipaggio è morto in circostanze misteriose. Tale fallimento e tutte le problematiche politiche da esso generate hanno rallentato la NASA nella sua corsa alla conquista dello spazio, ma adesso i tempi sono maturi per una nuova missione chiamata Isis. Stavolta i cinque astronauti selezionati non viaggeranno per oltre quattrocento milioni di chilometri solo per una breve visita, ma saranno destinati a diventare i primi colonizzatori del pianeta rosso.

Tra di loro c’è l’esobiologa svedese Anna Persson, approdata a questa avventura nella speranza di iniziare una nuova vita lontana dalla Terra.
Marte avrà però in serbo per lei un’incredibile scoperta, chiave di un mistero nascosto nelle profondità di Valles Marineris.

Tutti e quattro i libri della serie di Deserto rosso in un unico volume.



La svastica sul sole
di Philip K. Dick e C. Pagetti

La svastica sul sole

Le forze dell’Asse hanno vinto la seconda guerra mondiale e l’America è divisa in due parti, l’una asservita al Reich, l’altra ai Giapponesi. Sul resto del mondo incombe una realtà da incubo: il credo della superiorità razziale ariana è dilagato a tal punto da togliere ogni volontà o possibilità di riscatto. L’Africa è ridotta a un deserto, vittima di una soluzione radicale di sterminio, mentre in Europa l’Italia ha preso le briciole e i Nazisti dalle loro rampe di lancio si preparano a inviare razzi su Marte e bombe atomiche sul Giappone. Sulla costa occidentale degli Stati Uniti i Giapponesi sono ossessionati dagli oggetti del folklore e della cultura americana, e tutto sembra ruotare intorno a due libri: il millenario I Ching, l’oracolo della saggezza cinese, e il bestseller del momento, vietato in tutti i Paesi del Reich, un testo secondo il quale l’Asse sarebbe stato in realtà sconfitto dagli Alleati.



Fahrenheit 451
di Ray Bradbury e Giuseppe Lippi

Fahrenheit 451

Montag fa il pompiere in un mondo in cui ai pompieri non è richiesto di spegnere gli incendi, ma di accenderli: armati di lanciafiamme, fanno irruzione nelle case dei sovversivi che conservano libri e li bruciano. Così vuole fa legge. Montag però non è felice della sua esistenza alienata, fra giganteschi schermi televisivi, una moglie che gli è indifferente e un lavoro di routine. Finché, dall’incontro con una ragazza sconosciuta, inizia per lui la scoperta di un sentimento e di una vita diversa, un mondo di luce non ancora offuscato dalle tenebre della imperante società tecnologica.



Alter Ego: Memorie di un viaggiatore ultracorporeo
di Giuliano Golfieri

Alter Ego: Memorie di un viaggiatore ultracorporeo

Francia, 1745. Un ragazzo si sveglia in un bosco alle porte di Parigi senza memoria del suo passato.
Tramite un fortuito incidente, scopre di possedere un inspiegabile potere in grado di farlo trasmigrare nel corpo di altre persone, smettendo di esistere e invecchiare durante la permanenza nei suoi ospiti.
Il protagonista trasformerà il suo singolare dono in una sinistra professione al servizio della massoneria e dei potenti della Francia settecentesca, grazie a questa capacità la sua vita si intreccerà con quella di famosi personaggi dell’epoca.
Un’avventura lunga più di un secolo che in un crescendo sempre più ritmato gli farà vivere in prima persona un’escalation di momenti storici, tra cui la rivoluzione francese.

Attraverso viaggi esotici, sesso, amori dannati, amicizie altolocate e nemici potenti che tramano nell’ombra, culminando in un colpo di scena finale Alter Ego racconta uno scorcio su una delle epoche più buie della storia, con un vivo retrogusto esoterico.

La realizzazione di Alter Ego ha richiesto un lavoro di ricerca storica di oltre due anni. Molti dei personaggi, anche quelli secondari, sono realmente esistiti e vengono accuratamente raccontati grazie al loro coinvolgimento diretto nella trama, lasciando al lettore il gusto di approfondire i dettagli e scoprire legami e sotterfugi nascosti nel racconto.



Il racconto dell’ancella
di Margaret Atwood e C. Pennati

Il racconto dell'ancella

In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno Stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Difred, la donna che appartiene a Fred, ha solo un compito nella neonata Repubblica di Galaad: garantire una discendenza alla élite dominante. Il regime monoteocratico di questa società del futuro, infatti, è fondato sullo sfruttamento delle cosiddette ancelle, le uniche donne che dopo la catastrofe sono ancora in grado di procreare. Ma anche lo Stato più repressivo non riesce a schiacciare i desideri e da questo dipenderà la possibilità e, forse, il successo di una ribellione. Mito, metafora e storia si fondono per sferrare una satira energica contro i regimi totalitari. Ma non solo: c’è anche la volontà di colpire, con tagliente ironia, il cuore di una società meschinamente puritana che, dietro il paravento di tabù istituzionali, fonda la sua legge brutale sull’intreccio tra sessualità e politica. Quello che l’ancella racconta sta in un tempo di là da venire, ma interpella fortemente il presente.



Il mondo nuovo-Ritorno al mondo nuovo
di Aldous Huxley e L. Gigli

Il mondo nuovo-Ritorno al mondo nuovo

Scritto nel 1932, “Il mondo nuovo” è un romanzo dall’inesausta forza profetica ambientato in un immaginario stato totalitario del futuro, nel quale ogni aspetto della vita viene pianificato in nome del razionalismo produttivistico e tutto è sacrificabile a un malinteso mito del progresso. I cittadini di questa società non sono oppressi da fame, guerra, malattie e possono accedere liberamente a ogni piacere materiale. In cambio del benessere fisico, però, devono rinunciare a ogni emozione, a ogni sentimento, a ogni manifestazione della propria individualità. Al romanzo seguono la prefazione all’edizione 1946 del “Mondo nuovo” e la raccolta di saggi “Ritorno al mondo nuovo” (1958), nelle quali Huxley tornò a esaminare le proprie intuizioni alla luce degli avvenimenti dei decenni centrali del novecento.



Guida galattica per gli autostoppisti. Il ciclo completo
di Douglas Adams e L. Serra

Guida galattica per gli autostoppisti

Lontano, nei dimenticati spazi non segnati sulle carte del limite estremo e poco à la page della Spirale Ovest della Galassia, c’è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c’è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano una brillante invenzione.



Il naturalista (Il naturalista Theo Cray Vol. 1)
di Andrew Mayne e Maria Pia Smiths-Jacob

Il naturalista (Il naturalista Theo Cray Vol. 1)

I boschi del Montana restituiscono il corpo straziato di una giovane donna. È un’ex studentessa del professor Theo Cray, un ricercatore di bioinformatica abituato a trovare schemi e strutture regolari laddove gli altri vedono solo il caos. I sospetti della polizia si concentrano subito su di lui, ma l’uccisione di un grizzly su cui vengono trovate tracce della ragazza ne dimostra l’innocenza.

Qualcosa non quadra in questa ricostruzione: il professore è convinto che il vero assassino sia ancora a piede libero. Grazie al proprio acume scientifico e alle risorse della bioinformatica, Theo scoprirà una lunga serie di cadaveri sepolti nelle foreste del Nord America. C’è uno schema preciso dietro a questa atroce scia di sangue, una traccia che può condurlo a trovare il misterioso predatore… e a rischiare di diventare lui stesso una preda.



Altered Carbon
di Richard Morgan

Altered Carbon

«Ispirato da tutti i romanzi hard boiled che ho letto, arricchito da tutti i film francesi e giapponesi che ho visto, dalle opere di William Gibson e, ovviamente, dall’influenza di Blade Runner, ecco la mia versione del futuro. Un futuro noir.» Così Richard Morgan presenta il suo esordio narrativo. “Altered Carbon” è un romanzo duro, provocatorio, dalla trama intrigante e sorprendente che ci proietta nel buco nero del nostro futuro, tecnologicamente avanzato ma moralmente corrotto, e assai simile al nostro presente, dato che le pulsioni degli esseri umani attraversano, immutate, anche i cambiamenti più radicali. Quale, ad esempio, la possibilità di digitalizzare la propria coscienza e trasferirla in un altro corpo, come avviene per Takeshi Kovacs, un ex soldato che si ritrova suo malgrado in un corpo «nuovo» a Bay City – una metropoli in piena decadenza, in mano a politici arroganti e spacciatori di droghe sintetiche – per far luce su un omicidio. Le indagini lo trascinano nei meccanismi perversi di una società che ha snaturato il senso della vita e della morte, una società per cui gli individui sono solo pedine in un gioco condotto da chi si può permettere l’immortalità.



Le Sentinelle del Patto (La Guerra dei Continenti Vol. 1)
di Lorenzo Corti

Le Sentinelle del Patto (La Guerra dei Continenti Vol. 1)

Le Sentinelle del Patto è un romanzo fantasy che narra le vicende del nucleo Glamyr, un gruppo di novizi appartenenti al Patto, istituzione eletta dai popoli di Alerin per mantenere l’armonia tra le razze. Ma la pace, il cui desiderio aveva animato i padri fondatori, è un traguardo lontano e da molti ostacolato: il retaggio di guerre e violenze brucia ancora nelle coscienze dei popoli e il progresso tecnologico, reso possibile dalle preziose ma esauribili risorse di meteorferro, ha permesso la costruzione di macchine volanti, i velianti, ma anche di oggetti stravaganti e armi micidiali. In un futuro cupo, uno degli ultimi Custodi del Patto riesce nella missione disperata di usare il Ferrunico, un potente artefatto ferrico, per tornare nel passato, con lo scopo di impedire l’arrivo dei Pentari, razza mitica di giganti che ha distrutto i Draghi Vetusti, fomentato la caduta del Patto e sottomesso le altre razze. Per farlo, cercherà l’aiuto dei suoi anziani maestri nel futuro, ancora giovani e acerbe Sentinelle nel passato. All’interno di questa cornice, in un passato in continuo mutamento, e all’ombra della guerra che distruggerà il Patto, l’ignaro nucleo Glamyr è inviato in missione per concludere il noviziato e raggiungere il titolo di Custode: tra luoghi mitici e tradizioni millenarie, tra inseguimenti e battaglie aeree, ogni personaggio sarà chiamato a mettere in gioco tutto se stesso per poter sopravvivere. Un terribile destino pesa su Alerin e la Guerra dei Continenti incombe: aiuterai il Patto a combatterla?
Oltre al manoscritto, il libro contiene anche:
– la mappa del mondo di Alerin ( in cinque versioni differenti )
– il Glossario dei nomi
– Le Cronache
– Cenni sull’etimologia dei nomi



In un mondo di conigli
di Marco Agustoni

In un mondo di conigli

Dante, un illustratore trentenne, si sveglia una mattina e si rende conto di avere soltanto sognato quella che lui credeva che fosse la sua vita. In realtà, Dante è un macellaio, sempre sulla trentina, e non è fidanzato con Giada, bensì con Liliana. Allo stesso modo, il suo migliore amico non è Elia, ma il suo collega Paolino. Anche il mondo in cui egli vive è molto simile a quello del suo sogno (ovvero il nostro mondo), ma se ne differenzia per alcuni forse trascurabili, ma evidenti dettagli: ad esempio, l’euro non è mai esistito, Hitler non è morto suicida nel suo bunker, ma durante un attentato in un cinema parigino e, soprattutto, gli animali preferiti dagli uomini non sono i cani o i gatti, bensì i conigli. Tra paffute ragazze-coniglio, viaggiatori onirici e realtà parallele, comincia così la sua avventura per tornare all’esistenza di prima.



Derioma – L’origine dell’universo
di Antonio Polosa

Derioma - L'origine dell'universo

Il Derioma è un’essenza nata dall’odio e dal rancore delle vittime della grande guerra, e sta dando la caccia a tutti i vassalli dell’imperatore, estinguendone persino la progenie. Gemma, figlia di Re Erasmo, è costretta a una disperata fuga in compagnia del cavaliere errante Arturo e di un ambiguo viandante che le donerà invece una nuova speranza di salvezza; l’amore, la felicità. L’unico modo per sfuggire alla caccia del Derioma è non provare i sentimenti di cui esso è pregno. Eppure, ancora una volta, la fiaba si trasformerà in un incubo che li condurrà attraverso mondi sull’orlo della distruzione e della rovina, in cerca dell’origine dell’universo.



ARES & GEA: Guerra e Amore
di Guido Beduschi

ARES & GEA: Guerra e Amore

Ares & Gea è un romanzo fantascientifico dalle verità universali nel quale si intrecciano profondi squilibri fra razze di mondi diversi dove, nel corso dell’espansione dei corpi celesti, si avvicendano, in continuo divenire, specie diverse e nuovi modelli di civiltà. Una corsa fra il tempo e lo spazio, fra l’immaginazione e la realtà, fra il rigore scientifico e la fantascienza, fra la guerra e l’amore, nella convinzione di raggiungere una vita migliore.



Il fantasma di Eymerich
di Valerio Evangelisti

Il fantasma di Eymerich

1378. Evaso dalla prigione in cui il re d’Aragona lo aveva fatto rinchiudere, Eymerich raggiunge Roma, dove papa Gregorio XI ha trasferito la sede pontificia. Gregorio sta morendo, e attorno a lui inizia la contesa che condurrà al Grande Scisma d’Occidente. L’inquisitore si accorge che le risse tra cardinali nascondono dell’altro: un culto pagano bizzarro e dimenticato è risorto dall’oblio e ha contagiato l’alto clero. Solo la proverbiale spietatezza di Eymerich, alle prese con un fantasma che gli è identico, saprà averne ragione. In un’epoca più prossima alla nostra, ma futura, la repubblica di Catalogna è l’unico Stato europeo che si è mantenuto neutrale in un conflitto mondiale devastante. Vi trova rifugio lo scienziato Marcus Frullifer, portatore di teorie capaci di sconvolgere la fisica e la nozione di tempo. Solo che la Catalogna non è lo Stato perfetto che lui crede. Ciò non gli impedisce di costruire l’astronave “Malpertuis”, mossa da forze psichiche, che appare in “Nicolas Eymerich, inquisitore”, il primo romanzo del ciclo. In un futuro lontanissimo, l’umanità si sta evolvendo in qualcosa d’altro. Si muove oltre i limiti fisici conosciuti nel passato, e si trova a ridosso del Punto Omega, l’estremo dell’universo teorizzato dal gesuita Teilhard de Chardin e da alcuni scienziati moderni. Un misterioso Magister, di leggendaria memoria, regola l’ultimo sospiro del genere umano. Ma sarà davvero l’ultimo, in un cosmo spiraliforme?



Angeli spezzati. Altered Carbon
di Richard K. Morgan e Edoardo Rialti

Angeli spezzati. Altered Carbon

Cambiare corpo non è un problema, nel XXVI secolo. Che il cambio sia soddisfacente, però, è tutta un’altra storia. Lo sa bene Takeshi Kovacs che, cinquant’anni dopo le indagini a Bay City, si è ritrovato in una «custodia» nuova su Sanzione IV, dov’è in corso una guerra civile tra il governo e il rivoluzionario Joshua Kemp. Tenente per il Cuneo di Carrera, un temibile gruppo di mercenari al soldo del governo, Takeshi dovrebbe tornare a combattere, però, mentre si sta riprendendo da alcune ferite, viene avvicinato da Jan Schneider, un ambiguo ex pilota di shuttle, con un’offerta veramente difficile da rifiutare. Schneider e l’archeologa Tanya Wardani gli propongono infatti di guidare un team di mercenari, col compito di ritrovare e recuperare una nave marziana della civiltà più antica ed evoluta dell’universo. E Takeshi accetta, alla ricerca di un premio dal valore illimitato, ma dai pericoli infiniti.



Nella quarta dimensione
di Liu Cixin e B. Tavani

Nella quarta dimensione

A mezzo secolo dall’Ultima Battaglia sembra essersi creato un equilibrio tra terrestri e Trisolariani: i primi beneficiano della conoscenza degli invasori spaziali e stanno compiendo grandi progressi tecnologici, mentre gli alieni stanno assimilando la cultura terrestre. Pare che le due civiltà siano pronte per iniziare una convivenza pacifica, tra eguali, senza l’assurda minaccia della reciproca distruzione. Tutto cambia quando Cheng Xin, ingegnere aerospaziale ibernata all’inizio del XXI secolo, si risveglia. La donna porta con sé il ricordo di un programma ormai dimenticato, risalente agli albori dell’Epoca della Crisi, e la sua sola presenza potrebbe alterare il fragile equilibrio instauratosi tra terrestri e alieni. L’umanità riuscirà a raggiungere le stelle, o morirà nella sua culla?



Gli astri di Ovas: Benthalia
di Alessandro Bursi

Gli astri di Ovas: Benthalia

In un futuro poco lontano, una navicella si schianta in mezzo ad una foresta. A bordo, un uomo si risveglia ed abbandona il veicolo. Senza memoria né meta, vaga fino ad essere trovato non da suoi simili, bensì da una razza aliena, i Benk. Da essi apprende di trovarsi su un pianeta chiamato Benthalia e che l’umanità è stata costretta ad abbandonare la Terra anni prima a causa dell’invasione da parte di una seconda razza aliena, gli Anym, e che lui è stato l’ultimo ad arrivare con un inspiegabile ritardo. Con l’aiuto dei Benk riesce a risalire al proprio nome, Peter, e prova a ricostruirsi una vita. Accettata la sua nuova condizione, ha l’opportunità di fare la scoperta di un popolo tecnologicamente avanzato, in grado di effettuare viaggi interstellari e modificare la materia grazie ad uno strumento chiamato Modificatore di Materia. Ben presto, dettagli sconvolgenti sul suo passato vengono a galla: capisce di essere coinvolto nelle sorti della guerra tra i popoli molto più di quello che potesse immaginare. Arruolatosi nell’esercito per contribuire alla causa e trovare risposte alle domande riguardo la sua vera identità, si troverà a combattere a fianco di una delle migliori squadre speciali Benk in scontri adrenalinici e all’ultimo respiro in giro per il pianeta, contro nemici agguerriti e anch’essi ricoperti da un velo di mistero. Questo racconto è il primo di tre libri che intendono narrare l’universo visionario degli Astri di Ovas e della guerra che coinvolge tre razze: umani, benk e anym. In esso convergono elementi della Fantascienza e del Fantasy, ed è pensato per gli appassionati di questi generi, come il sottoscritto in primis. Spero che la passione che ho messo in questo progetto emerga dalle pagine tanto quanto era la mia voglia di fare uscire fuori la storia dalla mia testa. Quando mi sono chiesto perché scrivere questo libro, la risposta è stata semplice: voglio far vivere ai lettori le stesse emozioni che altre storie hanno fatto con me, ricavandosi uno spazio nella mia memoria.Buona avventura!



Obsidian (Lux Vol. 1)
di Jennifer L. Armentrout e S. Reggiani

Obsidian (Lux Vol. 1)

Kathy è una blogger diciassettenne con un grande sense of humour, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell’incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma mentre subiscono un’inspiegabile aggressione, Daemon difende Kathy bloccando il tempo con un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Kathy, senza volerlo, c’è dentro fino al collo. Salvandola, l’ha marchiata con un’aura di energia riconoscibile dai nemici che li hanno aggrediti per rubare i poteri di Daemon. L’unico modo per attenuare questo pericoloso marchio è che Kathy stia più vicina possibile a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima…